Bazyoussef

Bazyoussef

Scarica elettrostatica volt

Posted on Author Gull Posted in Software

  1. Menu di navigazione
  2. Prevenire e provvedere alla protezione delle cariche elettrostatiche: le calzature ESD
  3. Risolviamo il problema delle scariche elettrostatiche ESD

Una scarica elettrostatica viene prodotta quando, a causa di una grande una persona percepisca una scarica, questa deve essere di almeno Volt. Al contrario, un componente elettronico sensibile alle scariche elettrostatiche ( ESDS), come un disco rigido, può essere danneggiato da una scarica di 10 V. La scarica elettrostatica non è altro che una scarica elettrica statica verso terra. effettuato tramite un tester di isolamento con un test di tensione di V ±10%. Vediamo allora come nasce la scarica elettrostatica, di che cosa si tratta e . di corrente pari ad 1 MegaOhm, il valore di tensione sarà 6 V.

Nome: scarica elettrostatica volt
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: iOS. Windows XP/7/10. MacOS. Android.
Licenza: Gratis!
Dimensione del file: 12.29 Megabytes

Le cariche uguali si respingono. La scarica elettrostatica si origina dalla separazione delle cariche. Si verifica uno scambio di cariche tra corpi con carica minore. Si possono persino formare scintille visibili. Normalmente non costituiscono un pericolo per le persone. Le scariche elettrostatiche incontrollate possono causare il danneggiamento totale dei componenti elettronici dispositivi a semiconduttore , come pure difetti occulti che possono generare costi elevati connessi a:.

Tra i vantaggi dei dispositivi di protezione Esd in silicio si possono annoverare un tempo di innesco estremamente rapido, grazie al quale è possibile minimizzare la tensione di picco, dove viene riportato un confronto tra un dispositivo Esd in silicio di Murata e un diodo Tvs in presenza di una scarica elettrostatica di 8 kV come previsto da Iec livello 4.

Guarda questo:SCARICA ID APPLE

Ulteriori test hanno evidenziato che i dispositivi in silicio sono caratterizzati da valori di resistenza distribuita on-resistance molto bassa, pari a soli 0,3 Ohm rispetto a quelli di un diodo Tvs, che risulta uguale a 0,8 Ohm. Grazie ai più bassi valori di on-resistance è possibile ridurre il valore delle tensioni di aggancio: nell'esempio riportato la tensione di aggancio è di soli 8 V, notevolmente inferiore rispetto ai 35 V di un diodo Tvs.

Uno dei principali vantaggi legati all'uso di dispositivi in silicio rispetto a quelli ceramici è la disponibilità di versioni a più canali che permettono di ridurre gli ingombri a bordo della scheda, fattore questo di primaria importanza per i moderni prodotti elettronici contraddistinti da dimensioni sempre più compatte. Un confronto dimensionale tra un'implementazione mediante componenti discreti e una che prevede il ricorso a dispositivi Esd in silicio a 10 canali di Murata: questi ultimi integrano anche filtri LC che assicurano la protezione contro le interferenze Emi.

Mentre il dispositivo multicanale di Murata misura solamente 2 x 2mm, la soluzione discreta, che prevede anche varistori e filtri LC, occupa uno spazio sulla scheda superiore di un fattore pari ad almeno Murata rende disponibile una vasta gamma di dispositive Esd in silicio che differiscono in termini di capacità, dimensioni del package e numero di canali per garantire la massima versatilità applicativa. Un esempio pratico Per esemplificare l'uso dei dispositive Esd, si prenda in considerazione un telefono mobile.

L'antenna del telefono mobile è l'interfaccia principale tra il sistema e il mondo esterno e, naturalmente, è sensibile alle scariche elettrostatiche. Per la protezione contro questo fenomeno, i progettisti possono optare tra un dispositivo Esd ceramico a basso costo con valore di capacità estremamente ridotto come il dispositivo.

Una soluzione alternativa è rappresentata da un dispositivo Esd in silicio a due canali come LXES1TBAA che prevede appunto due canali collegati ai capi di un induttore in modo da formare un filtro Emi aggiuntivo. I dispositivi Esd a più canali risultano particolarmente efficaci per la protezione di linee dati.

Menu di navigazione

Si consideri un'interfaccia Usb 2. Sebbene si potrebbero usare dispositivi a canale singolo, una soluzione di tipo a matrice array risulta senza dubbio più efficiente. Soluzioni di tipo ad array risultano ancora più efficaci quando sono previste porte Usb 3.

Soluzioni a più canali si propongono come la soluzione ottimale anche per porte Hdmi, Firewire e DVI, tutte contraddistinte dalla presenza di un gran numero di linee dati. Anche per la tastiera di un telefono mobile le soluzioni ad array a più canali, in special modo quelle con filtri EMI integrati, rappresentano la soluzione più adatta.

Quando l'utilizzatore tocca la tastiera, si generano disturbi prodotti da radiazioni e scariche elettrostatiche. C atteristiche.

Prevenire e provvedere alla protezione delle cariche elettrostatiche: le calzature ESD

Con il Voltmetro di Superficie è possibile rilevare le seguenti grandezze elettriche:. Fondo scala.

Velocità display. Distanza di misura. Allarme alta tensione.

Regolabile da 10 a Questo è un requisito importante nella norma IEC Testare i bracciali e le calzature due volte al giorno. Di fondamentale importanza è mantenere una connessione dei dispositivi a catena, motivo per cui occorre utilizzare attrezzature idonee alla manipolazione dei componenti sensibili e gestire il processo affinchè tutte le isole di lavoro rispettino i requisiti. Per quanto riguarda la protezione del personale da scariche elettriche, rimanda alle normative nazionali vigenti.

Subfornitori e visitatori devono essere istruiti sulle procedure interne ESD. In presenza di pavimentazione conduttiva occorre munire i visitatori di appositi copritacchi, esistono dei tipi usa e getta, economici che assolvono bene allo scopo.

Hosted by AlterVista - Disclaimer - Segnala abuso. Crea sito. Qualcuno offre dei bracciali ESD senza cavo cordless , possiamo assicurare che sono inefficaci. I copritacchi devono essere indossati su entrambi i piedi in modo da assicurare un contatto con il pavimento o il tappeto. I copritacchi non funzionano correttamente se utilizzati su superfici isolanti o connesse a terra in modo improprio.

Risolviamo il problema delle scariche elettrostatiche ESD

Ci deve essere conducibilità elettrica tra tutte le parti che compongono il camice. Aumentare la resistenza del percorso della corrente verso terra è un sistema per controllare la velocità della scarica. Un buon sistema per ottenere questo risultato è quello di indossare copridita e guanti statico dissipativi.

Il percorso verso terra deve essere formato da almeno due ruote o piedini. In alcune applicazioni è particolarmente utile installare ionizzatori. In alcune postazioni quali magazzini e vicino a macchinari di produzione, sono utilizzate scarpe conduttive o copritacchi di messa a terra.


Nuovi post