Bazyoussef

Bazyoussef

Scarico condensa per caldaie a condensazione

Posted on Author Taum Posted in Musica

Presti, che ha dovuto fare una bella riparazione al suo impianto per aver trascurato l'aspetto dello scarico della condensa della sua caldaia. Il nostro cliente Sig. Per contro la quantità massima di condensa producibile per esempio da una caldaia a condensazione a gas naturale con portata termica acque di condensa delle caldaie a condensazione ad uso domestico sia da sole, Il fatto di aver assimilato lo scarico nel pozzetto interrato allo scarico per i​. I condotti di scarico per la caldaia a condensazione devono di condensa della caldaia venga miscelata con quella dello scarico domestico.

Nome: scarico condensa per caldaie a condensazione
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: MacOS. iOS. Windows XP/7/10. Android.
Licenza: Gratis!
Dimensione del file: 27.69 MB

Questa normativa tratta lo scarico gas di tutti gli impianti termici e il suo testo fa espressamente riferimento alle caldaie a condensazione.

La deroga è una conseguenza delle differenze di progettazione e funzionamento delle caldaie a condensazione che hanno bisogno di scarichi in materiali specifici rispetto a quelli per le caldaie tradizionali.

La caldaia a condensazione produce anche una certa quantità di condensa nel camino di scarico dei fumi, condensa che deve essere smaltita e deve lasciare lo scarico e la caldaia nel più breve tempo possibile per essere raccolta in apposito sifone.

Scarico della condensa: cosa dice la legge? Questa condensa non è semplice acqua, è un prodotto chimicamente attivo che va quindi smaltito in modo appropriato, secondo quanto specificato dalla Norma. Innanzitutto le acque derivanti dalla condensazione possono essere smaltite insieme agli scarichi delle acque meteoriche, costituendo quindi acque reflue urbane.

In alcuni casi particolari risulta anche possibile creare un apposito pozzetto per lo scarico e la neutralizzazione della condensa da installare a monte rispetto allo scarico in fogna.

La caldaia murale a condensazione pone delle limitazioni sulla capienza del bollitore.

Vanno comunque considerate dimensioni e peso della caldaia a condensazione murale prima del montaggio a muro: ad esempio per famiglie numerose che vivano in ambienti piccoli, potrebbe servire una caldaia murale di grandi dimensioni, e bisogna verificare che i muri divisori siano in grado di supportare il peso. La caldaia a condensazione a basamento non è appesa a muro ma appoggiata su una base a terra.

Hanno dimensioni normalmente più ridotte. Hanno dimensioni più ampie, sono adatte a situazioni di consumo più intenso, e quindi si trovano più spesso in abitazioni di più grandi dimensioni.

Se poi si sceglie una soluzione a rate per la caldaia a condensazione, come quella che trovate qui, il suo impatto diventa quasi nullo. Casi in cui è possibile lo scarico a parete 1 — nei centri storici, dove non possono essere costruiti altri camini 2 — in tutti i casi in cui non sia oggettivamente possibile costruire canne fumarie a tetto.

Normativa[ modifica modifica wikitesto ] La norma UNI Criteri di progettazione, d'installazione, di messa in servizio e di manutenzione degli impianti domestici e similari che utilizzano gas combustibili, asserviti ad apparecchi a condensazione ed affini di portata termica nominale non maggiore di 35 kW , prevede la presenza di due impianti di smaltimento: uno per eliminare la condensa proveniente dalla caldaia; uno per eliminare la condensa proveniente dal sistema di scarico dei fumi.

Nella UNI si distinguono i seguenti casi: Installazione di una caldaia in un locale per uso abitativo. Per utilizzi civili non si rendono necessari particolari accorgimenti essendo i condensati abbondantemente neutralizzati dai prodotti dei lavaggio e degli altri scarichi domestici tali scarichi infatti possiedono una notevole basicità e, inoltre, hanno la capacità di formare nelle condutture dei depositi con proprietà tampone rispetto agli acidi.

Per le caldaie di portata termica nominale superiore ai 35 kW è necessario far riferimento alle indicazioni previste dalla norma tecnica UNI In ambito residenziale, va fatto riferimento al numero di appartamenti serviti, mentre in quello non residenziale, al numero di utilizzatori. Oltre ad alcuni limiti riguardo lo scarico dei fumi esiste un altro aspetto da non sottovalutare Per evitare situazioni spiacevoli e trovarti a dover spendere ulteriori soldi per risolvere dei guasti, oggi vogliamo raccontarti quello che è successo con un nostro vero cliente, il Sig.

Presti, che ha dovuto fare una bella riparazione al suo impianto per aver trascurato l'aspetto dello scarico della condensa della sua caldaia.

Il nostro cliente Sig. Presti aveva da qualche mese installato, tramite il suo installatore di fiducia, una nuova caldaia a condensazione.


Nuovi post