Bazyoussef

Bazyoussef

Partita iva regime dei minimi cosa posso scaricare

Posted on Author Motaur Posted in Giochi

5 giorni fa Cosa si può scaricare con il regime dei minimi? per chi ne ha richiesto il passaggio o per chi ha aperto una nuova Partita IVA da quest'anno. Iniziamo questa guida, precisando che le indicazioni di seguito si riferiscono al regime dei minimi con aliquota al 5% e non al nuovo regime dei minimi forfettario . fonte: bazyoussef.com Una delle domande più frequenti che riceviamo dai nostri lettori, riguarda questo . I contribuenti in Regime dei Minimi possono scaricare le spese relative Cosa scaricare Si può scaricare il costo di una divisa da lavoro o di un abito di . Partite IVA in regime forfettario sotto scaglione medio di fatturato.

Nome: partita iva regime dei minimi cosa posso scaricare
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: MacOS. iOS. Windows XP/7/10. Android.
Licenza: Gratis!
Dimensione del file: 45.70 MB

E, quali contributi possono essere portati in deduzione? Con la legge di Bilancio - va ricordato - è stata allargata in maniera consistente la platea dei potenziali beneficiari del cosiddetto regime forfettario, ossia il regime agevolato con imposta sostitutiva unica al 15 per cento. Più nel dettaglio, per i professionisti la soglia di reddito che ne consente l'accesso è stata più che raddoppiata, passando da 30mila a 65mila euro.

Come si calcolano le imposte, considerati i contributi previdenziali I professionisti che aderiscono al regime forfettario - va ricordato - determinano il reddito imponibile applicando all'ammontare dei compensi percepiti il coefficiente di redditività, pari al 78 per cento. Significa che il 22 per cento dei compensi viene considerato come spesa e non concorre al calcolo delle imposte.

Poi per i nuovi minimi dal 1. Nel regime dei minimi si possono dedurre le perdite? Le perdite d'impresa e di lavoro autonomo conseguite dai contribuenti minimi sono disciplinate nei commi e della Finanziaria In particolare, il comma prevede una autonoma disciplina per le perdite che si sono generate nel corso dell'applicazione del regime dei minimi che possono essere compensate esclusivamente con il reddito d'impresa o di lavoro autonomo conseguito negli anni successivi, entro il limite temporale di 5 anni, per l'importo che trova capienza in essi.

59 Commenti

Il comma disciplina invece le perdite che si sono generate negli anni prima dell'ingresso nel regime dei minimi. Tali perdite potranno essere compensate secondo le regole ordinarie del TUIR.

Considerando le modifiche intervenute negli anni passati in tema di compensazione perdite, risulteranno utilizzabili le perdite del quinquennio precedente generate in regime di contabilità ordinaria e quelle del e entro i successivi 5 anni per i contribuenti in contabilità semplificata o per i lavoratori autonomi in quanto, in tali periodi, era in vigore un regime analogo a quello previsto per i contribuenti in contabilità ordinaria. Con la legge di stabilità il regime forfettario, nato nel per favorire le aperture della partita IVA, è stato confermato.

Il vecchio regime dei minimi a oggi è da considerarsi abrogato, ma rimane comunque valido per i titolari di partita Iva che lo hanno scelto entro il Per effetto delle modifiche apportate dalla Legge n. Ma quali sono gli effettivi vantaggi per i contribuenti che decidono di aderire al regime forfettario?

Commenti: 0 Partita IVA: breve panoramica su deduzioni e detrazioni per imprenditori e professionisti.

Nonostante il pesante carico fiscale che grava sulle partite IVA italiane, non occorre scoraggiarsi ma anzi occorre armarsi di tanta pazienza e sfruttare al massimo le opportunità di deduzioni e detrazioni fiscali offerte dalla legge. Insomma, ok pagare molto ma almeno cerchiamo di evitare il rischio di pagare più del dovuto.


Nuovi post